Archivio | marzo, 2013
Video

Ieri sera verso casa sulle Bocche di Bonifacio

29 Mar

Annunci
Link

Intervista al Vela Festival

28 Mar

Intervista al Vela Festival

Doppia intervista a Gaetano e Bert Mauri su Bet1128 al VelaFestival di Livorno dove Bet1128 ha partecipato e con grande partecipazione di pubblico che ha ben apprezzato la barca. 

Bet 1128 Star al Velafestival

23 Mar

Da Cagliari a Livorno per il prestigioso appuntamento di Velafestival con Bet1128 barca cult dell’evento e protagonista della manifestazione. Ecco le nostre immagini dove si vedono graditissimi ospiti a bordo di Bet1128 da Max Sirena – Skipper di Luna Rossa e premiato al Velafestival come velista dell’anno – al mitico Mauro Pelaschiar. Veramente una giornata con tanti amici e appassionati a visitare Bet1128 e salutare Gaetano e Bert Mauri. Poi la bella hostess di Bet 1128 Claudia (che distribuisce gadget e regala a tutti lo zainetto Gironelmondo), poi Francesco uno dei mister di Bet 1128 a bordo della barca e salutare tutti gli amici di Bet1128. E poi le immagini di mare: con il trasferimento Cagliari a Livorno, tutta di volata con Marco Dessì, Gaetano e i giovanissimi Alessio e Augusto che si gustano al timone le super planate con oltre 30 nodi di vento. Insomma un bel festival, grandi riconoscimenti per Bet1128 e soprattutto pronti alle sfide sportive del 2013. Un altro anno di vela, mare, regate e competizione sportiva.
Bet1128 a livornomax sirenagruppo  livorno vela festivalbet1128 e Pelaschiarvela festival bet1128 xsiamo cultmax sirenza 2in viaggio verso livornoin arrivobet1128 e Pelaschiarbet1128 in portobet1128 7bet1128 10max sirena 3

Bet1128 al Vela Festival di Livorno: 21 24 marzo

19 Mar

Gaetano Mura e Bet1128 al Vela Festival di  Livorno (21-24 marzo 2013). Siete tutti invitati a visitare la barca. Ecco un articolo del Giornale della Vela che cita Bet1128 e Gaetano. Immagine

Barche che non avete mai visto in un salone nautico: al TAG Heuer VelaFestival ci sono le vere barche CULT

Le barche più CULT del Mediterraneo, quelle che avete sempre sognato di incontrare per mare o di avere nel posto barca vicino a voi in porto sono in banchina al TAG Heuer VelaFestival per poter essere ammirate da vicino. Lo Swan 65 Peak, il numero 1, il primo costruito nel 1973 dal cantiere finlandese Nautor su progetto di Sparkman&Stephens è una leggenda del mar Mediterraneo. Il Wianno Senior, lo sloop aurico di 25 piedi disegnato nel 1914 è la barca che ha fatto innamorare John Fitzgerald Kennedy e Jacqueline Bouvier. Ojalà II, che quest’anno compie 40 anni, è il One Tonner curato dalla famiglia Holland come fosse un “oggetto d’arte” e che da anni partecipa a tutte le classiche del Mediterraneo come se fosse appena varato. Dagadà è il Mini Transat con cui Simone Gesi naviga da anni in solitario, è il simbolo dell’andare per mare vecchio stile, in contrapposizione ai supertecnologici scafi della Coppa America e della Volvo Ocean Race; il Class 40 Bet 1128 che Bert Mauri ha costruito per Gaetano Mura è l’altra barca cult dell’oceano, un altro pezzo della storia delle grandi navigazioni. MariaCristina è il mitico C&C 37 che porta con sé a Livorno una storia da brividi: una traversata Atlantica per tornare “a casa” in Canada nel cantiere che l’ha progettata, Cuthbertson&Cassian. ll Dinghy 12′, la madre di tutte le derive, è stata progettata da George Cockshott nel 1913 ed è ancora oggi una delle classi più numerose. Il Contender campione del mondo di Antonio Lambertini è un Bonezzi in legno/epossidico costruito nel 1999, un vero gioiello, velocissimo. Il TP52 Aniene 1° classe, il supertecnologico “mostro” del Mediterraneo che nel 2012 ha vinto tutto, sta facendo di tutto per essere presente a Livorno circumnavigando l’Italia da Trieste alla Toscana. Natali V62 è il gioiello tecnologico di casa Vismara, veloce, curato nei minimi particolari, sicuro e vivibile. Il Narca 17 è il catamarano che segna il ritorno dei multiscafi alle Olimpiadi, dopo essere stati i grandi esclusi di Londra 2012. E infine le due imbarcazioni che sono la sintesi di velocità spettacolo e divertimento: il Moth Mach 2 per volare sull’acqua e il 49er, il risultato dell’evoluzione dei 18 piedi australiani. Questo sarà lo spettacolo a cielo aperto del TAG Heuer VelaFestival.