Archivio | Mag, 2013
Video

Sosta portoghese e i lavori procedono

25 Mag

Gaetano Mura velista oceanico ha superato le Colonne d’Ercole, sta facendo una sosta in Portogallo – dove sta facendo dei lavori alla barca – ed è diretto in Bretagna dove si preparerà alle regate Les Sables Horta Les Sables e poi alla Jacques Vabres

Annunci
Immagine

Dal Portogallo

23 Mag

Dal Portogallo

Il forte vento da Nord ci sbarra la strada. E’ una situazione tipica: l’anticiclone delle Azzorre ben posizionato e la depressione termica sulla Spagna comprime le isobare creando vento forte e grossa onda dalla direzione in cui dobbiamo andare. Meglio aspettare soprattutto per il severo capo Finisterre dove si prevedono 45 nodi di vento…. Non ci possiamo permettere una settimana di vacanze … quindi lavori a Black Sam – Bet1128

Gibilterra: Black Sam Bet1128 in Oceano

19 Mag

Dopo Gibilterra……

Dopo una lunga attesa  per il passaggio  della burrasca da ovest  e stanotte abbiamo finalmente passato lo stretto di Gibilterra. Non è stato facile  ma era necessario forzare un po’ questo passaggio importante. I grib meteo prevedevano 25 nodi e c’è ne erano 10 di più. Virate su virate  di bolina con onda corta e corrente  ed il solito traffico esagerato di navi.  Poi verso l’alba ha mollato e il mare  si è calmato e Black Sam Bet1128  tocca per la prima volta le acque dell’Oceano …. Ci si dovrà abituare in fretta . Un’altra piccola tappa …  la risalita del Portogallo non promette nulla  di facile …. Vedremo

Ps: Fa un gran freddo  Immagine

Digressione

  Rassegna Stampa Regate 2013

6 Mag

 

 LA NUOVA SARDEGNA 

Gaetano Mura lancia la sfida all’Oceano con la sua Bet 1128

 

01 maggio 2013 —   pagina 51

CAGLIARI Gaetano Mura lancia una nuova sfida all’Oceano. Dopo la grande impresa alla Mini Transat 650, regata in solitario dalla Bretagna al Brasile, il navigatore di Cala Gonone si prepara a due nuove avventure che si inseriscono nel progetto “Gironelmondo” cominciato nel 2012. Con la nuova barca Class40 Bet1128, parteciperà il prossimo luglio alla Les Sables Horta Les Sables e a novembre alla mitica transat Jacques Vabre. Per presentare le due regate oceaniche Gaetano Mura ha scelto il Club House del Portus Karalis, dove da qualche giorno fa bella mostra, Bet1128. Durante l’incontro sono stati presentati anche tutti i componenti del Sailing Team Bet1128 : il rallysta calangianese Maurizio Diomedi, il velista cagliaritano Alessandro Picciau con il nuovo K28, e il giovanissimo dorgalese Claudio Spanu, grande promessa di Enduro: «Ho visto pian piano prendere forma la mia barca dopo un anno e mezzo di lavori – dice Gaetano Mura –, poi il varo avvenuto poco più di un anno fa. E subito dopo le regate nel Mediterraneo: la Palermo Montecarlo e la Middle Race Sea dove sono arrivato secondo. Con il Class40 ho un feeling particolare: è un oggetto che sento mio, con il quale vorrei ottenere tante soddisfazioni e , soprattutto, voglio misurarmi con l’Oceano». Bet1128 rimarrà ormeggiato nei pontili di Portus Karalis fino all’inizio della prossima settimana, poi in attesa del meteo favorevole punterà la prua per Gibilterra, da dove poi raggiungerà il porto di La Rochelle, in Francia, per partecipare a Les Sables Horta Les Sables (dalla Francia alle isole Azzorre e ritorno). Ma sarà solo un allenamento, la prima regata in Atlantico, perché in autunno ci sarà per Mura la traversata più importante e impegnativa: la Transat Jacques Vabre (5395 miglia) che partirà il 4 novembre da Le Havre con arrivo finale a Itajai, nel Sud del Brasile. Entrambe le regate lo skipper di Cala Gonone le farà in doppio insieme con Sam Manuard, esperto velista oceanico nonché progettista di Bet1128.

Sergio Casano

 

 

  LA NUOVA SARDEGNA 

Cala Luna in giro per il mondo con Gaetano Mura

Dorgali, il velista è tra i protagonisti del catalogo Antal La foto pubblicata ritrae anche la costa di Cala Gonone

30 marzo 2013

DORGALI. Una foto della costa di Cala Gonone, precisamente di Cala Luna, in giro per il mondo e con una traduzione in quattro lingue. Merito del navigatore oceanico Gaetano Mura che è stato scelto tra i protagonisti del catalogo “Antal”, noto e prestigioso marchio dell’industria nautica. «Fa piacere essere pubblicati in questo volume che gira in tutto il mondo e soprattutto perché oltre a Bet 1128 (la barca di regata di Gaetano, ndr ) si vede il nostro paesaggio e il nostro ambiente che con la mia attività sportiva e di navigazione voglio sempre mettere in risalto». Ma Gaetano Mura è reduce anche dal Vela Festival di Livorno che si è tenuto la settimana scorsa ed è organizzato dal Giornale della Vela bibbia del settore, dove bet1128 è stata scelta come barca cult della vela italiana. Un grande riconoscimento per il velista e per il costruttore Bert Mauri che ha dato vita all’imbarcazione nel suo cantiere in Romagna, visto che sono in pochi a potersi fregiare di questo riconoscimento. Ma la soddisfazione maggiore è stato il grande entusiamo dimostrato dai visitatori del festival che hanno potuto visitare la barca anche all’interno. «Non succede spesso, ma noi siamo aperti al contatto con le persone – spiegano Mura e Bert Mauri –: Bet1128 è una barca sociale». Oltre ad appassionati della vela a bordo della barca sono saliti dei veri campioni come Max Sirena. Lo skipper di Luna Rossa che ha voluto visitare ed ha molto apprezzato Bet1128, come Mauro Pelaschier già timoniere di Azzura. Insomma dei veri e propri miti della vela nazionale e internazionale ospiti di Gaetano. Dopo il ritorno in Sardegna dalla trasferta livornese, continuano l’allenamento e la preparazione del navigatore di Cala Gonone per gli appuntamenti sportivi del 2013: le regate in Oceano. L’anno scorso dopo il varo di Bet1128 lo sportivo ha partecipato alla Palermo Montecarlo dove si è classificato primo (nella Class40) e alla Rolex Middle Sea (a Malta ma con la circumnavigazione anche di altre piccole isole del Mediterraneo) dove si è piazzato secondo. Un buon debutto per lo skipper gononese che ha potuto contare oltre che sul sostegno del main sponsor (Bet1128) anche di quello dell’amministrazione di Dorgali, della Regione e della Cantina di Dorgali. Insomma tutti a fare squadra per navigare nel mondo.

 

 

 

 

 

  LA NUOVA SARDEGNA 

Nautic show Sardinia l’economia del mare per superare la crisi

CAGLIARI. A dispetto della crisi, ha chiuso positivamente la 14° edizione del Nautic Show Sardinia, la rassegna fieristica dedicata agli appassionati del mare ospitata nel porto della via Roma. Sono.

 

CAGLIARI. A dispetto della crisi, ha chiuso positivamente la 14° edizione del Nautic Show Sardinia, la rassegna fieristica dedicata agli appassionati del mare ospitata nel porto della via Roma. Sono stati migliaia i visitatori che hanno preso d’assalto lo spazio portuale tra i moli dogana e sanità: «Il clou si è registrato l’ultimo giorno che ha coinciso con la sagra di Sant’Efisio – dice Giovanni Leonori, organizzatore e fondatore della manifestazione insieme con Walter Grisolia – , siamo soddisfatti perché quest’anno per noi il Nautic Show Sardinia aveva un significato particolare: l’importante era esserci e riuscire a riportare ancora una volta la rassegna in via Roma, in attesa di tempi migliori».

Gommoni, barche a vela e a motore, cabinati nuovi e usati, diversi dei quali ormeggiati nei pontili di Portus Karalis, che in questi giorni ospita anche Bet1128, il Class 40 del navigatore di Cala Gonone Gaetano Mura. Ma non sono state solo le imbarcazioni a suscitare l’interesse dei visitatori, dal momento che i 40 stand espositivi hanno proposto anche attrezzature tecniche, abbigliamento sportivo e articoli per la pesca. Una mostra, quella del Nautic Show Sardinia, orientata già alle vacanze e al tempo libero, come dimostrano le canoe e i Sup (stand up paddle), le tavole che si pagaiano stando in piedi: «Abbiamo avuto molti contatti per questa disciplina – dice Diddo Ciani del Sardinia Surfing Education – la nostra associazione che, oltre a vendere le tavole da surf, organizza corsi di Sup a Marina Piccola presso il Team Kayak Sardegna e La Paillote, Calamosca. Una tavola può costare dai 700 ai 1500 euro. L’interesse a questa nuova disciplina è stato notevole da parte soprattutto dei giovani». Non solo stand commerciali ma anche istituzionali, come quello della Guardia Costiera che quest’anno ha consentito la visita di una delle motovedette della Capitaneria. Davvero un successo l’iniziativa degli angeli del mare, costretti a fare gli straordinari per soddisfare le richieste dei visitatori.

Sergio Casano

 

 

 

 

 

 UNIONE SARDA 

VELA. Due regate in Atlantico con il Class 40 Bet 1128

La sfida dell’ altro Mura

 

Un’avventura umana e sportiva, un regalo, una liberazione. Ha tanti volti, il ritorno in oceano di Gaetano Mura, che ieri al Portus Karalis di Cagliari ha presentato il suo programma 2013. Due regate in Atlantico, con il Class 40 Bet 1128 e ad altissimo tasso di competizione: Les Sables – Horta – Les Sables, a luglio, e la storica Transat Jacques Vabre a novembre. Entrambe, parte del progetto “Gironelmondo”, vedranno il navigatore di Cala Gonone giocarsela alla pari con avversari di grande prestigio, tutti a bordo della stessa imbarcazione. Non esattamente un monotipo, ma vincolato da una stazza rigida che rende minime le differenze tra esemplari vecchi e nuovi. «E mette l’uomo al centro, con tutti i rischi e gli stimoli del caso», ha aggiunto Mura spiegando il perché della sua scelta. «Pur con le dovute differenze di dimensione e gestione, in questa tipologia ho ritrovato tanto del Mini, il modello che mi ha accompagnato fino all’anno scorso e con cui nel 2009 ho affrontato la Transat di classe». Allora, erano state 5300 miglia in trentuno giorni su sei metri e mezzo di barca, tra La Rochelle e Bahia.

Proprio La Rochelle è la prima meta di Mura. Lì lo attende Sam Manuard, progettista di Bet1128 e co skipper per la Les Sables – Horta – Les Sables. Poi, barca e skipper si trasferiranno a Le Havre. Da lì, il 4 novembre partirà la Transat Jacques Vabre con traguardo a Itajai (Brasile) dopo 5395 miglia in solitario. Due grandi prove con un obiettivo ancora più ambizioso per il 2014: il giro del mondo di classe o la Route du Rhum.

Clara Mulas

 

 

 

ZEROGRADINORD

Vela e Oceano, Gaetano Mura presenta il suo 2013

 Cagliari – Gironelmondo sbarca in Oceano. Il progetto del navigatore oceanico Gaetano Mura prende il via nel 2012 con il varo del Class 40Bet1128 e la partecipazione alle prime regate nel Mediterraneo: Palermo Montecarlo – dove conquista il primo posto – e la Middle Race Sea dove arriva secondo. Nel 2013 trasloco in Oceano dove parteciperà alla Les Sables Horta Les Sables – nel mese di luglio – e alla mitica transat Jacques Vabre nel mese di novembre. A Les Sables Horta Les Sables il co-skipper sarà Sam Manuard. Progettista di Bet1128 e skipper di valore: ha conquistato il quarto posto alla mitica Routhe du Rhum. La base di partenza di Gaetano Mura eBet1128 è Cagliari – Portus Karalis – da cui si trasferirà nel mese di maggio in Francia a La Rochelle dove si preparerà alla regata con Sam Manuard. Poi a fine giugno il trasferimento a Les Sables D’Olonne per la regata che partirà il 4 luglio. Nel corso dell’estate preparazione alla Transat Jacques Vabre che partirà il 4 novembre da Le Havre con arrivo finale in Brasile a Itajai per 5395 miglia. Due grandi prove sportive ed umane per lo skipper di Cala Gonone che vuole poi dedicare il 2014 al suo grande sogno: il giro del mondo (in regata) del progetto Gironelmondo.

Questi gli obiettivi e i traguardi di Gaetano Mura che ha progettato ‘gironelmondo’ un attimo dopo aver toccato nel 2009 il traguardo della mini Transat: la regata in solitaria da La Rochelle a San Paolo in Brasile compiuta in solitario in 31 giorni con un mini. Ora il salto di categoria con il class40 progettato da Sam Manuard e costruito nel cantiere nautico di Bert Mauri nelle colline romagnole. Un grande sforzo che ha dato le sue prime soddisfazioni in Mediterraneo con le prestazioni alla Palermo Montecarlo e alla Middle Sea Race.

Con il programma 2013 oltre il dato sportivo ci sarà un risvolto scientifico. In collaborazione con l’Università di Bologna Gaetano Mura sarà monitorato e studiato dall’equipe del professor Giuseppe Plazzi, uno dei maggiori esperti al mondo sui problemi del sonno. Una ricerca di forte interesse internazionale per la particolarità di gestione del sonno da parte dei navigatori oceanici.

Il progetto gironelmondo è anche un laboratorio artistico. Grazie ad un concorso del Man – Museo arte nuorese – si è selezionato l’artista Alberto Spada che ha realizzato le sue opere artistiche all’interno di Bet1128.

La realizzazione del progetto Bet1128 Sailing Team è stato realizzato grazie al sostegno dell’azienda Bet1128che sostiene numerose attività sportive: dalla vela con Gaetano Mura e Alessandro Picciau con il nuovo K28. Poi l’impegno con Maurizio Diomedi; rallysta Bet1128. Un impegno a favore dello sport come valore di aggregazione e di crescita personale e sociale.

 

VELABLOG

Gironelmondo – Gaetano Mura verso Les Sables Horta e la Jacques Vabre

 

Il velista oceanico Gaetano Mura verso Les Sables Horta e la Jacques Vabre. In navigazione studio dell’Università di Bologna sul sonno dei navigatori.

Gironelmondo sbarca in Oceano. Il progetto del navigatore oceanico Gaetano Mura prende il via nel 2012 con il varo del Class40 Bet1128 e la partecipazione alle prime regate nel Mediterraneo: Palermo Montecarlo – dove conquista il primo posto – e la Middle Race Sea dove arriva secondo. Nel 2013 trasloco in Oceano dove parteciperà alla Les Sables Horta Les Sables – nel mese di luglio – e alla mitica transat Jacques Vabre nel mese di novembre. A Les Sables Horta Les Sables il co-skipper sarà Sam Manuard. Progettista di Bet1128 e skipper di valore: ha conquistato il quarto posto alla mitica Routhe du Rhum.

La base di partenza di Gaetano Mura e Bet1128 è Cagliari – Portus Karalis – da cui si trasferirà nel mese di maggio in Francia a La Rochelle dove si preparerà alla regata con Sam Manuard. Poi a fine giugno il trasferimento a Les Sables D’Olonne per la regata che partirà il 4 luglio. Nel corso dell’estate preparazione alla Transat Jacques Vabre che partirà il 4 novembre da Le Havre con arrivo finale in Brasile a Itajai per 5395 miglia.

Due grandi prove sportive ed umane per lo skipper di Cala Gonone che vuole poi dedicare il 2014 al suo grande sogno: il giro del mondo (in regata) del progetto gironelmondo.

Questi gli obiettivi e i traguardi di Gaetano Mura che ha progettato ‘gironelmondo’ un attimo dopo aver toccato nel 2009 il traguardo della mini Transat: la regata in solitaria da La Rochelle a San Paolo in Brasile compiuta in solitario in 31 giorni con un mini. Ora il salto di categoria con il class40 progettato da Sam Manuard e costruito nel cantiere nautico di Bert Mauri nelle colline romagnole. Un grande sforzo che ha dato le sue prime soddisfazioni in Mediterraneo con le prestazioni alla Palermo Montecarlo e alla Middle Sea Race.

Con il programma 2013 oltre il dato sportivo ci sarà un risvolto scientifico. In collaborazione con l’Università di Bologna Gaetano Mura sarà monitorato e studiato dall’equipe del professor Giuseppe Plazzi, uno dei maggiori esperti al mondo sui problemi del sonno. Una ricerca di forte interesse internazionale per la particolarità di gestione del sonno da parte dei navigatori oceanici.

Il progetto gironelmondo è anche un laboratorio artistico. Grazie ad un concorso del Man – Museo arte nuorese – si è selezionato l’artista Alberto Spada che ha realizzato le sue opere artistiche all’interno di Bet1128.

La realizzazione del progetto Bet1128 Sailing Team è stato realizzato grazie al sostegno dell’azienda Bet1128 che sostiene numerose attività sportive: dalla vela con Gaetano Mura e Alessandro Picciau con il nuovo K28. Poi l’impegno con Maurizio Diomedi; rallysta Bet1128. Un impegno a favore dello sport come valore di aggregazione e di crescita personale e sociale.

Info su www.gaetanomura.com

 

 SAILING SARDINIA

 

Gaetano e il suo 2013

Presentato il calendario del Class 40 di Gaetano Mura

Dopo tanto silenzio Gaetano Mura è finalmente uscito allo scoperto presentando, a Cagliari, il suo 2013

che avrà come epilogo la Transat Jaques Vabre con partenza da Le Havre. Siamo andati a trovarlo

e ci siamo fatti una chiacchierata con lui

 

Immagine

La conferenza stampa a Portus Karalis

4 Mag

La conferenza stampa a Portus Karalis

Le regate, i nuovi traguardi e un brindisi con i vini della Cantina Dorgali. Al Club House di Portus Karalis Gaetano ha presentato la stagione 2013 in Oceano. Durante l’incontro sono stati presentati anche tutti i componenti del Sailing Team Bet1128 : il rallysta calangianese Maurizio Diomedi, il velista cagliaritano Alessandro Picciau con il nuovo K28, e il giovanissimo dorgalese Claudio Spanu, grande promessa di Enduro: «Ho visto pian piano prendere forma la mia barca dopo un anno e mezzo di lavori – dice Gaetano Mura –, poi il varo avvenuto poco più di un anno fa. E subito dopo le regate nel Mediterraneo: la Palermo Montecarlo dove ho vinto e la Middle Race Sea dove sono arrivato secondo. Con il Class40 ho un feeling particolare: è un oggetto che sento mio, con il quale vorrei ottenere tante soddisfazioni e , soprattutto, voglio misurarmi con l’Oceano». I prossimi appuntamenti: Les Sables Horta Les Sables e la Jacques Fabre

Video

Missione Oceano per Gaetano

1 Mag

http://www.videolina.it/video/servizi/44086/vela-una-nuova-sfida-transoceanica-per-gaetano-mura.html

Un bel servizio televisivo di Videolina sulle prossime regate oceaniche di gaetano